Fotovoltaico: celle solari piu' efficienti grazie alle campane tibetane

Un team di ricercatori della Australian National University, ha realizzato delle innovative celle solari ultra efficienti, ispirate alla forma delle campane tibetane

WhatsApp Share

Il settore fotovoltaico continua a proporre delle soluzioni sempre più ingegnose per migliorare la sua efficienza e la sua competitività nel settore delle energie rinnovabili. Questa volta, un gruppo di ricercatori della Australian National University, ha realizzato delle innovative celle solari ultra efficienti, ispirate alla forma delle campane tibetane (le secolari ciotole del canto buddiste).

Le nuove celle solari ispirate alle campane tibetane, secondo gli scienziati, sarebbero in grado di far ‘risuonare’ la luce allo stesso modo del suono prodotto all’interno delle ciotole. In sostanza, grazie alla forma delle campane tibetane, il fotovoltaico sarebbe in grado di aumentare i livelli di assorbimento e di cattura dell’energia solare.

Le nuove celle fotovoltaiche a forma di campana tibetana, in particolare, hanno una speciale struttura nanometrica capace di far ‘rimbalzare’ al suo interno la luce solare. Questo effetto di ‘rimbalzo’ renderebbe i pannelli estremamente più efficienti delle celle solari standard, che attualmente perdono una grande quantità di energia luminosa dopo aver colpito la loro superficie. 

La forma a ‘ciotola’ delle celle solari, a detta dei ricercatori, creerebbe invece una ‘risonanza plasmonica’ in grado di quadruplicare le prestazioni dei pannelli nelle condizioni di laboratorio. Per maggiori informazioni è possibile consultare questo sito.

(ml)