Terni energia: aumento di capitale per puntare al fotovoltaico

TerniEnergia rende noto che e’ stata conclusa la prima tranche dell’aumento di capitale sociale a pagamento in via scindibile di massimi Euro 60 milioni, con esclusione del diritto di opzione, deliberato dall’assemblea straordinaria della Societa’ in data 6 agosto 2010, riservato esclusivamente ad investitori qualificati in Italia ed investitori istituzionali all’estero, con esclusione di Stati Uniti d’America, Australia, Giappone e Canada. Si segnala che la Societa’, tenuto conto delle attuali condizioni dei mercati, ha ritenuto di dar corso all’operazione di Aumento di Capitale limitatamente ad un importo tale da consentirle il raggiungimento di un flottante adeguato per l’ingresso al segmento STAR del mercato MTA. La prima tranche in questione dell’Aumento di Capitale, fissata dalla Societa’ in 3 milioni di azioni, e’ stata integralmente sottoscritta per un controvalore pari ad Euro 10,8 milioni. Il prezzo di collocamento delle nuove azioni e’ pari a Euro 3,60 per azione rispetto ad un patrimonio netto, calcolato sull’ultimo stato patrimoniale al 30 settembre 2010 di Euro 0,67 per azione. Il Prezzo di Collocamento e’ stato determinato facendo altresi’ riferimento alla media ponderata dei prezzi ufficiali degli ultimi sei mesi, pari ad Euro 3,74 per azione.Il Prezzo di Collocamento e’ stato determinato attraverso i meccanismi propri della cosiddetta attivita’ di bookbuilding, tenendo conto in particolare della quantita’ e qualita’ della domanda espressa dai 14 investitori che hanno aderito al Collocamento Istituzionale, nonche’ dell’attuale andamento dei mercati nazionali ed internazionali.Il pagamento delle nuove azioni e’ previsto per il giorno 11 novembre 2010 e nello stesso giorno le azioni di nuova emissione saranno negoziabili sul Mercato Telematico Azionario.A seguito del Collocamento Istituzionale, la partecipazione del Presidente ed Amministratore Delegato della Societa’, Stefano Neri, che, direttamente ed indirettamente detiene il controllo di diritto della Societa’ ai sensi dell’art. 93 del D. Lgs. 58/1998, si e’ ridotta dal 69,21% al 61,74% del capitale sociale, mantenendo lo stesso il controllo di fatto della Societa’.L’Aumento di Capitale e’ esclusivamente finalizzato a supportare gli obiettivi di consolidamento e di sviluppo della Societa’, escludendo ogni servizio all’indebitamento della Societa’. I proventi dell’Aumento di Capitale saranno impiegati per mettere la Societa’ nelle condizioni patrimoniali e finanziarie ideali per accrescere e consolidare la sua posizione di preminenza nell’attivita’ di realizzazione di impianti fotovoltaici e per rafforzare ulteriormente l’attivita’ di power generation mediante impianti fotovoltaici destinati a joint venture paritetiche o da trattenere nella proprieta’ della Societa’.