Energia dal mare: Europa leader mondiale

Europa leader mondiale nello studio dell’energie rinnovabile di correnti e onde. Anche l’Italia in pista

WhatsApp Share

 

Non solo sole e vento, l’energia pulita arriva anche dal mare. E in questo, per fortuna, l’Europa è leader mondiale: nel Vecchio Continente si trovano il 51% e il 45% degli 'sviluppatori' rispettivamente nel campo dell'energia dalle maree e dalle onde. I dati arrivano da JRC, il centro ricerche della Commissione europea, secondo cui l'Europa dovrebbe arrivare ad installare i primi 66 MW entro il 2018. 66 MW rappresentano l'equivalente dell'energia elettrica consumata da una città di circa 100mila abitanti.

Dove si concentreranno gli impianti che generano energia dal mare? Soprattutto in Gran Bretagna, Normandia, Olanda, Irlanda del nord, Svezia e Portogallo, ma anche in Italia si terranno le prime sperimentazioni, tra Toscana e Sicilia. 

‘A questo ritmo, stimiamo ci sarà una buona presenza di impianti dal 2030 in acque europee’, ha commentato Davide Magagna, ricercatore del JRC e autore dello studio. ‘In Scozia stanno sviluppando la prima 'farm', che entro il 2016 conterà su quattro turbine da 1.5 MW ciascuna e altri progetti hanno ricevuto finanziamenti Ue, per altri 18 MW in totale’. Ulteriori 20 MW dovranno essere generati, invece, dagli impianti della Normandia.

 

I progetti italiani si concentrano sullo sviluppo di energia dalle onde, e non dalle correnti. Se ‘per il moto dalle correnti la tecnologia è standardizzata (simile alle pale eoliche) - racconta l'esperto - per le onde sono ancora allo studio diversi sistemi’. In Italia si impegnano per lo sviluppo di nuove tecnologie per l’energia dal malre ‘Politecnico di Torino, Università di Firenze, Seconda Università di Napoli e Università della Calabria’.

gc