La resina riciclabile rende le turbine eoliche più ecologiche

La sostenibilità nella produzione delle turbine è importante tanto quanto la sostenibilità dell'energia che poi quelle turbine produrranno

WhatsApp Share

I ricercatori si stanno concentrando molto su come rendere più sostenibili i dispositivi con cui si produce energia pulita, ma lo stanno facendo soprattutto con il fotovoltaico, studiando celle prodotte con materiali più abbondanti e con minor consumo di energia, ma questi tentativi non si sono ancora allargati all'energia eolica. O meglio: non si erano. Non fino a questo momento. Recentemente, però, i ricercatori della Vanderbilt University  hanno raccolto questa sfida.

Il professore Doug Adams e il suo team hanno testato un nuovo tipo di resina per turbine eoliche chiamata Elium che auto-polimerizza, creando il proprio calore senza generare difetti nella vetroresina – la capacità di polimerizzazione a temperatura ambiente riduce la richiesta di energia nel processo di produzione. La resina consente inoltre di riciclare le lame in fibra di vetro alla fine della loro vita utile, il che non è possibile quando si utilizzano resine convenzionali.

Elium potrebbe essere utilizzata anche in altre grandi macchine come aeroplani e automobili, ma per ora è importante rimanere concentrati sulle turbine eoliche visto che la loro domanda sta crescendo rapidamente.

L'utilizzo di materiali che riducono l'impatto ambientale delle turbine eoliche attraverso il loro ciclo di vita significa una maggiore energia positiva netta prodotta dalla tecnologia e significa quindi che siamo davanti a un verde ancora più acceso nelle capacità green del vento come risorsa naturale. Per ora, il team ha testato la resina solo sui componenti delle pale delle turbine eoliche, ma sta per passare ai test su scala reale.