Risparmiare energia con le lampade LED

Il progetto LifeGate Lighting mira a sensibilizzare persone ed aziende all'adozione di soluzioni efficaci per risparmiare energia elettrica in casa e in ufficio

WhatsApp Share

Risparmiare energia elettrica in casa e in ufficio grazie all’utilizzo delle lampade al LED. E’ questo l’obiettivo principale del progetto ‘LifeGate Lighting’ promosso da LifeGate persone, che mira a sensibilizzare persone ed aziende all’adozione di soluzioni efficaci volte a promuovere la riduzione dei consumi elettrici destinati all’illuminazione.

Secondo le stime dell’ENEA, in Italia si consumeranno, solo nel 2014, circa 26 TWh/anno di energia elettrica per l’illuminazione di industria e terziario, pari ad oltre 13 milioni di tonnellate di CO2. Un impatto ambientale importante che però, grazie alle tecnologie già presenti sul mercato, può essere drasticamente ridotto. Da qui la volontà di LifeGate di dare il via al progetto ‘LifeGate Lighting’, per offrire ai cittadini e alle aziende degli strumenti concreti per ridurre il proprio fabbisogno energetico.

In questo caso il LED permette un consumo energetico inferiore dal 65% al 90% rispetto alle lampade tradizionali (anche rispetto a quelle a ‘basso consumo’ o ‘neon’). 

I LED, inoltre, garantiscono 50mila ore di vita (contro le 4mila delle lampadine tradizionali) ed hanno un bassissimo impatto ambientale anche in fase di smaltimento, in quanto non contengono alcuna sostanza tossica. Sostituire le lampadine tradizionali con quelle a LED potrebbe quindi portare a notevoli benefici. Secondo le stime LifeGate, infatti, se l’industria e il terziario in Italia utilizzassero solo lampade a LED, si potrebbero risparmiare oltre 18 TWh/anno di energia elettrica, riducendo le emissioni di circa 10 milioni di tonnellate di CO2.

(ml)