Euroflora 2018: dal 21 aprile al 6 maggio, a Genova

Torna l’appuntamento con la mostra dei fiori e delle piante ornamentali italiani ed europei, con alcune presenze internazionali da Taiwan, Pechino, Francia, Spagna e Stati Uniti

WhatsApp Share

Euroflora 2018 porta per la prima volta nei Parchi Nervi di Genova il florovivaismo italiano, un settore con radici storiche e culturali che in Italia risalgono ai primi dell’Ottocento, ancora in crescita con 27mila aziende, 100mila addetti e un aumento complessivo dell’export del 10%.

Dal 21 aprile al 6 maggio, infatti, le più belle produzioni florovivaistiche al mondo saranno accompagnate dal fascino dei Parchi di Nervi: 86 mila metri quadrati di giardini, sentieri e ville storiche tra cielo e mare.
Il florovivaismo incide moltissimo sulla biodiversità, tutelando le più di 2.000 specie annuali, biennali, poliennali, erbacee, arbustive o arboree, come suggerito anche da una recente normativa italiana.

In più, quello italiano è a basso input energetico (chiede poca acqua e poche cure) ed è polifunzionale (schermato, antirumore, favorisce l’abbattimento degli inquinanti presenti nelle abitazioni, oltre che delle polveri sottili).

Euroflora nasce nel 1966 ed è subito un grande successo con 250 mila visitatori. Da allora i numeri non hanno fatto altro che aumentare: nell’ultima edizione, quella del 2011, i visitatori sono stati oltre 5 milioni e 6.500 gli espositori da tutto il mondo.