La musica ci aiuta a vivere meglio, parola degli psicologi. E parte il festival della songtherapy

Un festival dove si alternano musica e psicologia per insegnarci a vivere meglio grazie alle canzoni

WhatsApp Share

La musica ci fa stare bene, ci aiuta, deve essere parte della nostra vita, lo spiegano anche gli psicologi, a partire da Romeo Lippi, che oltre a essere psicologo è anche psicoterapeuta e cantautore. Proprio Lippi ha fondato la Songtherapy e proporrà otto serate al Caffeina Festival che si terrà a Viterbo dal 24 giugno al 3 luglio.

Durante gliu spettacoli, oltra a proporre brani dei grandi cantautori italiani sotto una nuova veste musicale, Lippi proporrà anche l’introspezione psicologica dei testi, dei loro significati più profondi e nascosti, arricchita con coinvolgenti racconti della sua esperienza di psicoterapeuta.

'La musica aiuta a vivere meglio. Nel mio blog dimostro come la funzione terapeutica della musica abbia un comprovato fondamento scientifico. E proprio perché nella musica c’è tantissima psicologia, ci sono incise le nostre emozioni, le nostre storie, i legami, i ricordi più intimi, i cantautori che ascoltiamo diventano, inconsapevolmente, terapeuti dell’anima. Attraverso la musica che più amiamo, si può entrare in contatto con le parti più profonde di noi stessi e diventarne più consapevoli'.

Mezz’ora di musica al giorno toglie il medico di torno: ascoltare musica potrebbe tenere lontano il rischio infarto.



 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy