Solar Impulse 2 si deve fermare

A causa di problemi tecnici, l'aereo Solar Impulse 2 è costretto non proseguire il suo viaggio

WhatsApp Share

 

Solar Impulse 2 si ferma: il giro del mondo grazie all'energia del sole non può essere portata a termine entro l'anno. I motivi sono tecnici: ci sono 'danni irreversibili' alle batterie, subiti nell'ultimo volo di 5 giorni dal Giappone alle Hawaii. Le prossime tappe potranno riprendere solo dopo aprile 2016.

Il problema delle batterie era sopraggiunto durante il primo giorno della traversata del Pacifico dalla città giapponese di Nagoya alle isole Hawaii, quando i sensori avevano rilevato un surriscaldamento delle batterie, ma il viaggio doveva continuare. Ora affrontare le altre tappe sarebbe rischioso.

 

La sostituzione, e i necessari test successivi, richiederanno alcuni mesi e il volo non potrà riprendere nelle giornate invernali. L'accorciarsi delle giornate, infatti, rende insufficiente l'irraggiamento solare di cui il velivolo ha bisogno.

L'aereo monoposto progettato dal Politecnico di Losanna, e guidato dai piloti svizzeri André Borschberg e Bertrand Piccard, era partito da Abu Dhabi a marzo e aveva fatto tappa in Oman, India, Birmania, Cina e Giappone per poi arrivare, il 3 luglio scorso, alle Hawaii.

gc