Con il car pooling parcheggi gratis

A Milano il Comune incentiva l’utilizzo condiviso dell’auto con la sosta gratuita

WhatsApp Share

La giunta del Comune di Milano ha appena approvato le linee guida della gara che permetterà di dare nuova linfa al car pooling e, quindi, incentivare l’utilizzo condiviso dell’auto privata. In cambio, un parcheggio gratuito per tutto il giorno, in aree appositamente riservate.

Condividere i mezzi di trasporto è la soluzione per abbattere il traffico e quindi l'inquinamento. Con il car pooling e il car sharing è possibile togliere 8 auto su 10 dalle strade.

Il Comune aveva già incoraggiato, con successo, l’utilizzo di auto, bici e scooter in affitto. Per ridurre ancora il numero di auto, migliorando la circolazione e la qualità dell’aria, ha pensato di facilitare il car pooling con la sosta gratuita nei parcheggi di interscambio e lungo le linee di forza del trasporto pubblico.

L’uso gratuito del parcheggio sarà consentito ai proprietari di veicoli con massimo nove posti compreso il conducente. I candidati dovranno registrarsi nella piattaforma dedicata e dovranno garantire almeno un passeggero per il primo anno della sperimentazione e due passeggeri per i successivi. Se ritenuti idonei, dovranno apporre un’etichetta sul vetro, che ne permetterà il riconoscimento.

La gara sarà indetta a breve e prevederà una sperimentazione di tre anni. Le aree per parcheggiare saranno a Quarto Oggiaro, Crescenzago, Caterina da Forlì, Famagosta, Cascina Gobba, Maciachini, Molino Dorino e San Donato, oltre che in altri ambiti delimitati dalla striscia blu a pagamento che saranno individuati lungo la rete del trasporto pubblico milanese.

Il servizio, spiega dal Comune di Milano, si distingue da quello offerto dai taxi o dal noleggio con conducente, in quanto è possibile effettuare un'unica andata e ritorno giornaliera.