Da tradizionale ad ibrida: l'auto diventa ecologica a basso costo

Lorinser presenterà al salone di Essen il sistema Easybrid, montato per l’occasione su una Smart ForTwo. L’idea è quella di poter aggiungere un propulsore elettrico ad una vettura tradizionale, potendo così realizzare una ibrida a basso costo, capace di viaggiare anche in modalità solamente elettrica ad emissioni zero. La soluzione è stata studiata considerando vetture dotata di freni a tamburo sull’asse posteriore, come Volkswagen Polo, Renault Twingo e Fiat 500, oltre alla Smart For Two. Il sistema prevede 2 motori elettrici coassiali montati sul mozzo ruota, con funzione di recupero d’energia in frenata ed ingombri minimi: le batterie sono infatti montate nel vano della ruota di scorta oppure sotto la scocca.

Se escludiamo la specifica applicazione su Smart, il sistema Easybrid consente anche di trasformare piccole auto a trazione anteriore in trazioni integrali, con tutti i vantaggi del caso in condizioni meteo avverse o fondi a bassa aderenza. I circa 30 Kw erogati in totale si vanno infatti ad aggiungere a quelli del propulsore endotermico ed è il guidatore a decidere se utilizzare solo uno dei propulsori oppure la combinazione dei due, per ottenere maggiori prestazioni. Nel caso specifico dell’applicazione Smart, l’autonomia delle batterie al litio in modalità elettrica è di 3o km, mentre quella totale è di 550 km, considerando la versione a benzina.

Lorinser sta già svolgendo da tempo dei test ed è prevista la commercializzazione del sistema già nel corso del 2011, con una formula commerciale che coinvolgerà le compagnie fornitrici dell’energia con formule di abbonamento per gli utenti e canoni di noleggio per i pacchi batteria. Il costo della installazione del sistema Easybrid è di circa 5000 Euro, senza considerare possibili incentivi statali, ma non si conoscono i dettagli dell’installazione (come ad esempio la modifica dello stesso impianto frenante) nè le specifiche di omologazione del veicolo trasformato.