Il giro del mondo in 80 giorni con le auto elettriche

Una gara per veicoli elettrici, iniziata il 16 giugno a Madrid, per un futuro di trasporti sostenibili a emissioni zero

WhatsApp Share

Si chiama 80edays 2016 questa competizione mondiale per auto elettriche nella quale 11 squadre internazionali provenienti da tutto il globo si sfidano a fare il giro del mondo in 80 giorni – quello che Jules Verne fece fare a Phileas Fogg e al suo cameriere Passepartout. 

Dopo essere partite da Madrid il 16 giugno, in questo momento i team stanno attraversando gli Stati Uniti, con la Svizzera in testa da qualche parte nel Nevada: tutto il percorso si snoderà attraverso 20 paesi, 3 continenti e 25.000 Km.

La maggior parte dei piloti stan guidando auto elettriche Tesla – una Roadster e otto berline Modello S – tranne la squadra cinese, che sta correndo con una DENZA, una vettura tedesca prodotta in Cina, e la squadra ungherese, che sta guidando l'innovativo Modulo Bus, un bus elettrico ungherese.
Inoltre, i partecipanti piantano alberi lungo il percorso per aiutare a compensare eventuali emissioni di gas serra generate dalla gara: infatti, anche se il fatto che loro guidino dei veicoli elettrici a emissioni zero fa sì che i loro spostamenti non creino problemi all'ambiente, naturalmente devono anche muoversi con aerei inquinanti tra i continenti, quindi con gli alberi recuperano quelle emissioni nocive di anidride carbonica.

La sfida 80edays è la seconda gara per veicoli elettrici al mondo: la prima, che c'è stata nel 2012, era stata vinta da Rafael de Mestre, che adesso sta seguendo come ambasciatore questo rally elettrico.

Sono molti a credere che le auto elettriche saranno e dovranno essere il nostro futuro: una competizione come questa serve a fare da campagna pubblicitaria alle possibilità offerte da questa tecnologia.

Noi tifiamo per il nostro team italiano, ovviamente!

(Ecco i pro e i contro dell'auto elettrica)

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy