Roma: da oggi divieto di circolazione auto permanente

Al via divieto di circolazione permanete delle auto nella fascia verde: quali veicoli sono interessati, fino a quando e le eccezioni

WhatsApp Share

 

Aria più pulita a Roma. O almeno si spera. Prende il via da oggi, 15 dicembre 2015, il divieto di circolazione permanente all’interno della ‘fascia verde’ per le auto cosiddette Euro-0. A stabilirlo è una delibera del commissario straordinario di Roma Capitale, Francesco Paolo Tronca. Il blocco è previsto dal lunedì al venerdì con l’esclusione del sabato e della domenica e dei giorni festivi infrasettimanali.

Il divieto di circolazione interessa anche le categorie Euro1 benzina e diesel e Euro2 diesel: queste si fermeranno, però, in modo programmato, dal 15 dicembre 2015 al 31 marzo 2016. Tale divieto diventerà permanente da novembre 2016.

'Da oggi stop definitivo ai veicoli più inquinanti nella Fascia Verde (esclusi sabato, domenica e festivi). Il divieto è per gli autoveicoli benzina e diesel “Pre - Euro 1” (cd. Euro 0), esclusi quelli alimentati, anche in modo non esclusivo, a gas naturale o gpl.

Inoltre, sempre a partire da oggi e fino al 31 marzo 2016 (dal lunedì al venerdì, con esclusione del sabato, della domenica e dei giorni festivi infrasettimanali) all’interno della Z.T.L. “Fascia Verde”, lo stop all’accesso e alla circolazione riguarderà anche i veicoli a benzina EURO1 e diesel EURO1 e EURO2. Il divieto, come prevede il PGTU, diverrà permanente a partire dal novembre 2016.

La deliberazione, firmata dal Commissario Straordinario di Roma Capitale, Francesco Paolo Tronca, dà attuazione agli interventi per la qualità dell’aria previsti per la Fascia Verde - la più estesa d'Italia, con oltre 150 chilometri quadrati di territorio sottoposto a salvaguardia ambientale - contenuti nel Piano Generale del Traffico Urbano (PGTU), approvato con Deliberazione di Assemblea Capitolina n. 21 del 16 aprile 2015.

 

Continua, invece, anche oggi il blocco dei motoveicoli e ciclomotori a due, tre, quattro ruote a 2 e 4 tempi “euro 0” e "euro 1" che si fermeranno ancora una volta a causa del persistere nell’aria di agenti inquinanti oltre il limite consentito dalla normativa', si legge sul portale del Comune di Roma.

gc