Una ricarica elettrica che dura il tempo di un pieno di benzina

Una nuova tecnologia per una batteria che ricarica le auto elettriche più o meno nello stesso tempo che un'auto tradizionale passa dal benzinaio

WhatsApp Share

Uno degli ostacoli che rallentano lo sviluppo delle auto elettriche è sicuramente il tempo di ricarica della batterie, soprattutto perché sono molte le zone prive di infrastrutture in questo senso. Per questo è molto importante la nuova tecnologia delle batterie sviluppata dai ricercatori della Purdue University perché potrebbe cambiare completamente la situazione.

Ora come si ricarica l'auto elettrica fuori casa? Quanto tempo ci si impiega?

Il progetto riguarda una batteria ricaricabile istantaneamente, che potrebbe consentire a veicoli elettrici di essere caricati praticamente nella stessa quantità di tempo che è necessaria per riempire il serbatoio di una macchina con la benzina.

I ricercatori hanno progettato un sistema di batterie di flusso, che di per sé non è unico, ma gli scienziati della Purdue ne hanno rimosso le membrane, qualcosa che, a quanto dicono, nessun altro aveva mai fatto. Le membrane nelle batterie si rompono sempre nel corso del tempo, quindi questa nuova tecnologia, avendole eliminate, consente una vita più lunga e dei costi ridotti. Insomma, una vera e propria svolta per le auto elettriche.
Sulla base di questa tecnologia di accumulo di energia, inoltre, i proprietari delle auto elettriche, quando stanno per rimanere «a secco», non dovrebbero far altro che arrivare in una stazione di servizio e riempire le loro auto non con gas e idrocarburi, ma con elettroliti liquidi – scaricando lì i fluidi esauriti della batteria che potrebbero essere raccolti e ricaricati con il solare fotovoltaico o con l'eolico.

In questo modo, oltre ad abbattere le tempistiche di ricarica, si potrebbe evitare anche la costruzione di nuove infrastrutture, visto che i ricercatori hanno dichiarato che questa tecnologia potrebbe essere pronta per essere inserita nella maggior parte delle tubazioni delle stazioni di servizio e delle raffinerie.
Il progetto è alla ricerca di finanziamenti e visto l'incredibile proposta di un sistema conveniente, sicuro e rispettoso dell'ambiente, speriamo che non tardi a trovarli.