Il vino italiano conquista i manga Giapponesi

Il vino italiano conquista il Giappone con i manga sul Brunello di Montalcino e il Barolo

WhatsApp Share

 

Il Brunello di Montalcino  spopola in Oriente, garzie ai manga, i fumetti giapponesi. Il tema vino, infatti, è approdato in questo mondo grazie alle  storie e i disegni firmati dai giapponesi Tadashi Agi e Shu Okimoto (gli stessi che, nel 2009, firmarono la piastrella celebrativa che, ogni anno, il Consorzio del Brunello di Montalcino, fa realizzare a personaggi famosi, in occasione di Benvenuto Brunello).

 

Del Brunello di Montalcino si parla in 'The Drops of God', cioé 'Le lacrime di Dio', un manga che racconta raccontando la storia di Shizuku Kanzakì. Kanzakì è figlio di un critico di vino, ma lavora in una compagniadi birra ed è astemio. Alla morte del padre (Yutaka), però, si ritrova a lottare per un'eredità rappresentata da una collezione di vini stimata attorno ai 20 milioni di dollari. Non solo Brunello (Brunello di Montalcino 2005 di Poggio di Sotto), comuqnue. All’interno del manga, oltre a far riferimento all’enologia francese, si parla anche di Barolo Cannubi Boschis 2001 di Luciano Sandrone, Barolo 2001, Bruno Giacosa e Rosso di Miani. 

gc