Un concorso internazionale per riqualificare il “Serpentone”

La controversa opera architettonica verrà riqualificata grazie ad un concorso finanziato dalla Regione

WhatsApp Share



Restyling in vista per il “Serpentone” quel complesso edilizio lungo un chilometro realizzato tra gli anni '70 e '80 dall'Istituto case popolari che a Roma è stato per tanto tempo il simbolo del degrado e della mancanza di armonia e bellezza delle periferie. Nella Capitale il complesso è stato per anni sinonimo di abbandono ed è ancora diffusa la leggenda secondo la quale, dopo la sua costruzione nella zona sud ovest della città, il famoso Ponentino romano non arriva più a rinfrescare le afose sere cittadine d'estate.


Il Serpentone o Nuovo Corviale è un complesso mastodontico: 700 mila metri cubi di edilizia residenziale su 60 ettari. Un serpentone appunto, alto nove piani con 74 ascensori e quasi 6mila persone ad abitarlo. Il futuro di questa controversa opera architettonica è destinato a cambiare. Nella primavera del 2015 sarà indetto dall'Ater (Azienda Territoriale per l’Edilizia Residenziale Pubblica del Comune di Roma - ex Iacp) un concorso internazionale per la “Rigenerazione del Corviale” che la Regione Lazio finanzierà con 517mila euro. L'obiettivo dell'iniziativa è recuperare la vivibilità e la sicurezza negli spazi esterni ed interni e anche se il concorso riguarda in senso stretto l’edificio e gli spazi immediatamente ad esso adiacenti di proprietà Ater si richiede che il progetto tenga conto dei temi legati alla mobilità e al trasporto pubblico ed alle connessioni con i parchi intorno. Per tutte le informazioni è possibile consultare il documento che illustra le linee guida.

AS

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy