Una bici nuova al posto dell'auto rotta. La nuova mobilita' sostenibile a Firenze

L'iniziativa 2x4 mette gratuitamente a disposizione delle bici riciclate per i conducenti che hanno delle auto guaste in riparazione nelle officine Gestioncar di Firenze

WhatsApp Share

La mobilità sostenibile a Firenze si promuove anche attraverso un nuovo progetto che mette gratuitamente a disposizione delle bici riciclate per i conducenti che hanno delle auto guaste in riparazione. 

Le bici sono state assemblate con pezzi riciclati ed assemblate grazie alle attività socialmente utili dei detenuti presenti nelle carceri fiorentine, attraverso un precedente progetto denominato ‘Piede Libero’ (a sua volta caratterizzato da un reimpiego delle dueruote ed un reinserimento lavorativo dei carcerati).

L’attuale iniziativa invece, è stata battezzata con il nome di  ‘2x4’ ed è complementare al precedente progetto di mobilità sostenibile a Firenze.  

L'iniziativa ‘2x4’, realizzata da Gestioncar in collaborazione con la Cooperativa Ulisse, in pratica sfrutta la rete di officine fiorentine gestite dalla stessa Gestioncar che, oltre alle auto, avranno in dotazione delle vere e proprie ‘bici di cortesia' da offrire gratuitamente al cliente per tutto il tempo necessario alla riparazione del veicolo.

Le bici, già consegnate a 50 officine Gestioncar, sono state realizzate dai detenuti del carcere di Sollicciano che ha aderito al progetto 'Piedelibero', anch’esso promosso dalla Cooperativa Sociale Ulisse e che prevede la rigenerazione ed il restauro di bici abbandonate provenienti dai depositi comunali. Sempre nell'ottica di incentivare la mobilità sostenibile in città, verrà poi offerta una tessera ‘Gestioncard’ a chiunque acquisti direttamente una bici ‘Piedelibero’, che permetterà di avere a disposizione un numero verde, attivo H24 sette giorni su sette, per il soccorso stradale e l’indirizzamento su una rete di riparatori a condizioni agevolate.

(ml)