La vita potrebbe essere iniziata nello spazio

Gli scienziati hanno mostrato che le molecole organiche si sarebbero potute originare dalla radiazione spaziale che interagisce con le superfici ghiacciate

WhatsApp Share

22 Gennaio 2018

I ricercatori dell'Université de Sherbrooke nel Quebec, in Canada, hanno appena condotto uno studio per capire se la vita sarebbe potuta iniziare nello spazio. Il gruppo ha dimostrato che alcune molecole organiche che formano gli elementi costitutivi della vita possono svilupparsi in membrane ghiacciate sottoposte a radiazioni nel vuoto, aprendo la possibilità che la vita su questo pianeta possa effettivamente essere di origine extraterrestre.

Il team di ricerca ha creato film sottili di ghiaccio contenenti metano e/o ossigeno e li ha irradiati con fasci di elettroni. Lo studio è stato condotto in condizioni di vuoto. Le membrane congelate sono stati bombardate con elettroni secondari, noti come elettroni a bassa energia. Questi elettroni vengono prodotti quando la materia viene colpita da radiazioni ad alta energia, come la luce ultravioletta, i raggi cosmici e altre particelle cariche che volano nello spazio – gli stessi elettroni a bassa energia possono stimolare ulteriori reazioni chimiche.

Secondo lo studio, pubblicato sul «Journal of Chemical Physics», il gruppo ha trovato prove dirette e indirette nel ghiaccio per un certo numero di molecole organiche – propilene, etano e acetilene si sono sviluppati in film di metano congelato, mentre l'etanolo si è sviluppato in film di metano e ossigeno congelati irradiati. Il team ha anche trovato prove indirette di piccole molecole organiche come l'acido acetico, la formaldeide e il metanolo, che sono tutti potenziali elementi costitutivi della vita.

La scienza non ha ancora dimostrato le origini esatte della vita come la conosciamo qui sulla Terra. Non siamo nemmeno sicuri che abbia iniziato a formarsi qui, o se sia iniziata altrove nell'universo e sia semplicemente riuscita a prosperare su questo pianeta: l'esperimento non dimostra che la vita sia iniziata nello spazio, ma fornisce la prova che i suoi elementi costitutivi potrebbero provenire da lì.

Uno sviluppo che non solo illumina maggiormente le potenziali origini della vita sulla Terra, ma che potrebbe anche aiutare a capire come cercarla altrove nell'universo.