Da una pianta antica il rimedio contro i tumori

Il Prunus spinosa trigno si rivela un ottimo rimedio nella cura dei tumori. Uno studio dell'Istituto superiore di sanità

WhatsApp Share

 

Antica e ben conosciuta dai molisani, la pianta del Prunus spinosa trigno ha importanti effetti antitumorali. Lo sostiene uno studio condotto dall'Istituto superiore di sanità (Iss), che ha dimostrato che l’estratto, addizionato con una particolare miscela di aminoacidi, è in grado di uccidere il 70-78% delle cellule tumorali utilizzate per i test in vitro e di inibirne la proliferazione. Una rivoluzione in campo medico.

La ricercatrice Iss Stefania Meschini, autrice dello studio in via di pubblicazione su riviste scientifiche, in occasione del IV Congresso internazionale di Medicina biointegrata, ha affermato che ‘Il prunus è ricco di antiossidanti e può contrastare la capacità di proliferazione delle cellule tumorali. Nella sperimentazione in laboratorio, abbiamo trattato con l'estratto della pianta cellule cancerose di pazienti affetti da cancro a colon, polmone e cervice uterina. Abbiamo quindi osservato che, da solo, l'estratto non aveva effetti, ma addizionato ad un particolare complesso a base di aminoacidi, minerali e vitamine, denominato Can, è stato in grado di ridurre la sopravvivenza delle cellule tumorali ed ha portato a distruzione tra il 70 e il 78% delle cellule cancerose nell'arco di 24 ore’.

Ora si passerà ‘alla fase dei test su animali, con l'obiettivo di arrivare, nell'arco di qualche anno, alla produzione di un nuovo farmaco antitumorale’.

 

L'Istituto Superiore di Sanità, in collaborazione con l'azienda produttrice del composto, annuncia la ricercatrice Meschini, ‘ha depositato il brevetto delle miscela Prunus-Can, e per questo la formulazione potrà essere disponibile a breve come integratore a supporto delle terapie chemioterapiche’. 

gc

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy