Invecchiare bene e con lentezza, il progetto dell'Universita' di Brescia

Si chiama Health&Wealth e punta su nutrizione, stili di vita e ambiente per prevenire l'invecchiamento e le malattie croniche ad esso collegate

WhatsApp Share

Rallentare i processi di invecchiamento e prevenire le malattie croniche. Una sfida su cui ancora c'è poca attenzione, ma cruciale se si considera che il numero degli anziani è quasi triplicato negli ultimi 100 anni, così come il numero di over 65 affetti da patologie croniche. Circa il 90% degli anziani è affetto da almeno una malattia cronica e il 70% ne ha due o più, principalmente patologie cardiovascolari, tumorali e metaboliche, responsabili di circa il 70% delle cause di morte in Italia.

Davanti a numeri come questi l'università di Brescia ha recentemente approvato il progetto Health&Wealth. Il progetto si articola in quattro assi: longevità, ambiente, tecnologie biomediche per la salute e il benessere e stili di vita.

La rivista scientifica Nature gli ha dedicato un articolo firmato da un gruppo di esperti dell’Università guidati da Luigi Fontana, professore ordinario di medicina e nutrizione. Il testo sottolinea come la restrizione calorica o alcune mutazioni genetiche si sono rivelati efficaci nel aumentare la durata della vita e ridurre drasticamente l’incidenza della maggior parte delle malattie croniche associate all'invecchiamento. E' importante perciò, sottolineano gli esperti, non occuparsi solo del trattamento delle singole patologie ma puntare anche sulla prevenzione delle cause metaboliche e molecolari dell’invecchiamento umano.

(A.S.)

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy