Lo champagne combatte l'Alzheimer

Buono e anche salutare, ma non esagerate: lo champagne combatte l'Alzheimer

WhatsApp Share

 

Lo champagne combatte l'Alzheimer. Buona notizia per gli intenditori. Uno studio condotto dall'Università di Reading e diffuso su Metro prova che bere tre bicchieri di champagne a settimana aiuterebbe nella prevenzione dell'insorgere della demenza senile e dell'Alzheimer.

Sembrerebbe, infatti, che una componente del Pinot Nero e Pinot Meunier, utilizzati nella produzione dello champagne, sarebbero in grado di aumentare la memoria spaziale e scongiurare malattie cerebrali.

 

'Questa ricerca è emozionante perché illustra per la prima volta come il consumo moderato di champagne possa influenzare le funzioni cognitive come la memoria', ha spiegato il dottor Jeremy Spencer, uno degli autori della ricerca. Ma, dobbiamo precisare, gli esperimenti sono stati condotti, per ora, solo sui topi. 

gc

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy