Qual'è il rapporto tra ansia e grassi saturi?

Gli adolescenti che mangiano obesogeni potrebbero avere uno sviluppo anormale dei neuroni

WhatsApp Share

Il disturbo da stress post-traumatico (PTSD) e l'obesità sono, purtroppo, sempre più diffusi tra gli adolescenti di tutto il mondo e, in particolare, negli Stati Uniti. Secondo una ricerca pubblicata recentemente su Brain, Behavior and Immunity, i due fattori potrebbero essere correlati: l'esposizione a una dieta ricca di grassi saturi durante l'adolescenza, infatti, potrebbe aumentare il rischio di un soggetto di sviluppare un disturbo da stress post-traumatico (PTSD - Post-traumatic stress disorder) da adulto.

Lo studio ha riguardato 72 giovani ratti, sottoposti a due regimi alimentari differenti, uno “normale”, molto vicino a quello mediterraneo, e uno ricco di grassi saturi.

I ratti alimentati con obesogeni, a differenza degli altri, mostravano alterazioni nell'apprendimento degli stimoli legati alla paura. Non solo, avevano una maturazione anormale dei substrati neuronali e comportamentali alla base della paura e dell'ansia, quelli attivati da stimoli che riconosciamo come allarmanti.

I ricercatori ritengono che queste menomazioni, negli esseri umani, potreppero portare a sintomi di PTSD, ossia ansia e incubi. In poche parole, dai risultati emersi, il consumo di grassi saturi durante l'adolescenza potrebbe avere un impatto sulla maturazione neuronale e potrebbe portare danni di lunga durata a componenti del circuito di paura.


Quali sono gli alimenti ricchi di grassi saturi? Ecco un elenco.

Latticini - Formaggi, latte e gelato sono ricchi di grassi saturi. Se si deve consumare latticini, è meglio optare per opzioni a basso contenuto di grassi.

Prodotti a base di carne - maiale, manzo e agnello sono noti per il loro contenuto di grassi saturi. Invece di consumare questi, si può optare per tagli di carne magra o semplicemente consumare pollame ma senza la pelle. Pollo e tacchino sono ottime fonti di proteine, assieme alle alternative vegetali, come noci e semi.

Oli malsani - Questa categoria include burro, strutto e maionese. Un'ottima alternativa è ovviamente l'olio extravergine di oliva.