Dalle piante un aiuto nella lotta alle zanzare

Uno studio dell'Università di Pisa dimostra l'efficacia larvicida e repellente di alcune molecole di origine vegetale.

WhatsApp Share

 

 

E' possibile sostituire i pesticidi chimici usati contro le zanzare con prodotti ecologici che causino meno danni alla salute umana e all'ambiente? Uno studio di alcuni giovani ricercatori del dipartimento di Scienze agrarie, alimentari e agro-ambientali dell'Università di Pisa apre nuovi scenari nella lotta ai fastidiosi insetti, sempre più diffusi in Italia anche a causa dei cambi climatici e della loro straordinaria capacità di adattamento. Lo studio su alcune molecole di origine vegetale ha mostrato che queste hanno eccezionali capacità larvicide, adulticide e repellenti. La ricerca è stata condotta su composti estratti da piante locali e tropicali (es. Rutaceae e Meliaceae). Si tratta di un'importante passo avanti nella lotta alle zanzare che ogni anno, soprattutto nei paesi più poveri del mondo, uccidono più di un milione di persone a causa di patogeni e parassiti trasmessi. Le zanzare veicolano per esempio malattie come malaria, dengue, West Nile, chikungunya, febbre gialla e numerose encefaliti virali.

Il giovane ricercatore che ha guidato lo studio, Giovanni Benelli, ha ricevuto l’incarico di coordinare i maggiori esperti internazionali del settore per fare il punto su efficacia e possibilità applicative dei prodotti di origine naturale nel controllo dei mosquito-borne diseases, con particolare riferimento all’efficacia delle nanoparticelle mosquitocide sintetizzate grazie ad estratti di piante.

Per avere più informazioni.

as

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy