Facebook troverà gli utenti a rischio suicidio con un algoritmo

L'intelligenza artificiale in campo per trovare chi è in difficoltà prima che compia gesti estremi

WhatsApp Share

L’algoritmo di Facebook non serve solo a mostrarci le notizie più rilevanti e a profilarci come target di campagne pubblicitarie, ma potrebbe avere un’utilità sociale: il social network creato da Mark Zuckerberg ha sviluppato degli algoritmi per identificare chi è a rischio suicidio: rilevano segnali di allarme nei post degli utenti e nei commenti che i loro amici lasciano in risposta.

Le segnalazioni vengono quindi vagliate da un team du persone in carne ed ossa che intervengono se rilevano un possibile pericolo. Il sistema, spiega la BBC, è in fase di sperimentazione negli USA.

Facebook ha avviato collaborazioni con diverse organizzazioni che si occupano di salute mentale negli Stati Uniti per consentire agli utenti vulnerabili un contatto con loro attraverso la piattaforma di Messenger.