Gli iPhone potrebbero regalarci una sorpresa

Secondo un informatore anonimo, la Apple sta lavorando su nuovi chip per potenziare l'intelligenza artificiale dei nostri smartphone

WhatsApp Share

Il nostro prossimo iPhone potrebbe essere più «intelligente» di quanto chiunque avrebbe potuto immaginare. La Apple, infatti, a quanto riferito da un informatore anonimo, sta lavorando su dei chip di intelligenza artificiale per l'iPhone che renderebbero il telefono in grado di eseguire attività che attualmente richiedono un essere umano, oltre ad aumentare la durata della batteria.

I chip, noti come «Apple Neural Engine» saranno integrati in tutti i dispositivi Apple e sono specificamente progettati per far fronte alla elevata potenza di elaborazione che richiede una intelligenza artificiale. Attualmente, la Apple utilizza i chip grafici e il processore principale per avere a che fare con le applicazione di intelligenza artificiale come Siri, il riconoscimento facciale di iPhoto e la digitazione predittiva ma, proprio perché l'hardware non è stato progettato appositamente per questo scopo, la durata della batteria ne soffre.

Dopo questa fuga di notizie, la Apple, che è tipicamente molto riservata, si è rifiutata di commentare. Tuttavia, si è in attesa di una conferenza stampa degli sviluppatori questo mese in cui la società potrebbe scegliere di discuterne, oltre a parlare dell'introduzione di iOS 11 (il suo nuovo sistema operativo per iPhone e iPad, con un'interfaccia utente aggiornata) e i chip più veloci con cui aggiornare i computer portatili.

La Apple aveva già fatto sapere a marzo che stava progettando di espandersi nel mercato della realtà aumentata, proprio per questo le notizie di questi chip non sembrano campate in aria.

A quanto detto dalla fonte anonima, la società ha progettato i chip per rendere significativi i miglioramenti per l'hardware di Apple nel corso del tempo e prevede di integrarli in molti dei suoi dispositivi, tra cui l'iPhone e iPad. Se confermato, questi chip sarebbero da aggiungere al lungo elenco di processori che la Apple ha creato in-house.

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy