Il riso si mette in mostra a Vigevano (Pavia)

Una mostra celebra la coltivazione del riso in vista dell'Expo di Milano

WhatsApp Share

Sarà allestita dal 14 febbraio al 29 marzo 2015 nella storica cornice del Castello Sforzesco di Vigevano la mostra fotografica di Graziano Perotti 'Terra di risaie' che racconta la storia e le tradizioni della terra che le ospita, ricorda il passato ed esplora il presente. 

Il riso sarà anche tra i protagonisti dell'Expo di Milano: un cluster sarà dedicato proprio a questo prodotto e allo stesso tempo avremo una apposita area all'interno del padiglione Italia nella quale il riso di Vigevano verrà celebrato come eccellenza del territorio.

'Chiunque pensi alle risaie – dichiara Andrea Sala, Sindaco di Vigevano – non può non associare questa immagine alla Lomellina, quella piccola parte della Pianura Padana delimitata dai tre fiumi Sesia, Po e Ticino. Vigevano ne rappresenta il centro più importante, dal ricco patrimonio storico – rinascimentale, una località che, negli anni, ha saputo far convivere la sua vocazione imprenditoriale, rappresentata dai numerosi calzaturifici e dalla produzione meccano-calzaturiera, al mondo rurale che la circonda e la comprende, con le sue tradizioni, le arti ed i mestieri che continua orgogliosamente a coltivare'.

La mostra 'Terra di risaie' esalta, in 35 foto, la bellezza dell’ambiente che circonda Vigevano. Sarà possibile ammirare un reportage in bianco e nero, ma anche vere e proprie opere d’arte a colori che cambiano al ritmo incessante delle stagioni: dopo il riposo invernale, l’esplosione della primavera e, finalmente, l’autunno in cui tutto si tinge d’oro. 

Il riso, una tradizione di oltre 540 anni

La storia narra che il Duca di Milano Galeazzo Maria Sforza, avviò, già nel 1470, la coltura del riso nella sua tenuta di Villanova di Cassolnovo nelle vicinanze di Vigevano. Fu proprio lui, qualche anno più tardi, ad annunciare all’ambasciatore degli estensi Nicolò de Roberti, l’arrivo di 12 sacchi contenenti una particolare semente dalle grandi virtù. La mano che sparse quei preziosi semi in Lomellina fu anche la prima mano a raccoglierne i preziosi e primi chicchi in Europa 

A questo punto non possiamo che consigliarvi la nostra ricetta del risotto ai carciofi.

a.po