Le citta' fantasma d'Italia/ 12 Il Piemonte

Una regione ricca di borghi abbandonati. Per non dimenticarne la storia il nostro viaggio va alla ricerca di questi luoghi senza tempo, oggi Ecoseven.net fa tappa in Piemonte, in provincia di Alessandria e di Cuneo

WhatsApp Share

Fra le valli circondate da alte montagne il Piemonte è una regione ricca di borghi abbandonati. Circondati da una natura incontaminata questi luoghi silenziosi presentano tracce di nobili famiglie e vita contadina. 

In Val Borbera, provincia di Alessandria, troviamo ben sette borghi abbandonati. Si tratta di Rivarossa a quota 738 metri, frazione di Borghetto di Borbera; Avi, a 600 metri di altitudine, frazione di Roccaforte Ligure; Camere Nuove, frazione di Mongiardino Ligure; e ancora Connio, Chiapparo, Ferrazza, Reneuzzi nei pressi di Carrega Ligure, tra i novecento ed i mille e cento metri di altitudine; Villa Buona Ceresole è invece in provincia di Cuneo. Questa valle è circondata dalle alte montagne che la rendono isolata, poco toccata dall’industrializzazione e perciò con una natura davvero ben conservata. 

È l’unica valle del Piemonte che confina con l’Emilia-Romagna. Vale la pena ammirare le rovine di questi luoghi ed i dieci castelli presenti nell’area. Un itinerario lungo per cui occorrono più giorni e di cui si conosce la storia generale che ha visto la presenza negli ultimi secoli di importanti famiglie nobili, ma che ha perso molta della memoria su questi piccoli borghi, oramai quasi del tutto dimenticati.

(Vincenzo Nizza)