Le citta' fantasma d'Italia/ 14 La Lombardia

In questa puntata la storia di Consonno, Savogno e Canto. Luoghi raggiungibili solo mediante sentieri e mulattiere, lontano dai centri abitati in cui riscoprire le radici della nostra storia

WhatsApp Share

 

Questa puntata è dedicata ai paesi fantasma della Lombardia. Le cause dell’abbandono sono varie: in alcuni casi è un evento naturale, in altri la cattiva programmazione urbanistica, in altri ancora l’evoluzione economica e del territorio. Si tratta comunque di luoghi che possono offrire ancora molto e che sempre più spesso vengono visitati da escursionisti e curiosi.

Consonno in Lombardia è certamente una località molto affascinante. Ecoseven.net ne ha già parlato in un recente articolo. E’ una frazione del comune di Olginate,  provincia di Lecco. Doveva diventare una sorta di Las Vegas italiana, è invece abbandonata ancora una volta a causa delle frane e della cattiva gestione. 

Altra città fantasma, priva di collegamenti stradali è Savogno in Valchiavenna. Per arrivarci solo strade sterrate e mulattiere. A fine anni ’50 la civiltà ha isolato questi luoghi, oggi meta di amanti del trekking montano. Ultimo borgo abbandonato è quello del Canto, fra Sotto il Monte, Carvico e Pontida, vicino a Bergamo.  E’ più che altro una contrada abbandonata in cui restano ben visibili anche alcuni tentativi di edilizia recente. 

(Vincenzo Nizza)