Acque balneabili italiane sempre più pulite

L’Italia sale al 7° posto nella classifica della acque più pulite d’Europa

WhatsApp Share

 

Acque italiane sempre più pulite. Une bellissima notizia per cittadini e turisti: il 96,6% di tutte le spiagge balneabili italiani rispetta gli standard obbligatori di qualità, con un aumento dei siti al top (4377 nel 2014 contro 4309 nel 2013) e un calo di quelli insufficienti (105 contro 135). A dirlo è l'Agenzia europea dell'ambiente (Aea) sulla base dei dati del 2014 di Unione europea, Svizzera e Albania. In realtà le acque balneabili di tutta Europa sono tutte più pulite: il vecchio Continente vanta l'83% di spiagge, laghi e fiumi di qualità eccellente, e il 95% in regola.

Nella classifica delle 10 nazioni con spiagge e acque di ottima qualità, l’Italia si colloca al settimo posto, dopo Cipro, Lussemburgo, Malta, Grecia, Croazia e Germania. Ultima della classifica è l’Albania. Spagna e Portogallo figurano rispettivamente al decimo e undicesimo posto. Ancora più giù si trovano Francia (18/ma), Slovenia (21/ma), Svizzera (24/ma) e Albania, in fondo alla classifica insieme alla Romania. 

‘È evidente che la sicurezza e la pulizia delle acque di balneazione sono importanti per la salute. Le acque di balneazione continuano a migliorare e questa è un'ottima notizia’, ha commentato il commissario europeo all'ambiente, Karmenu Vella, che invita tutti gli europei a ricordare quanto l'Unione europea abbia contribuito in questo senso.

gc