Medaglie olimpiche nascoste nei nostri cellulari

Il Giappone vuole realizzare le medaglie per le Olimpiadi del 2020 con materiali provenienti dagli smartphone riciclati

WhatsApp Share

Anche se i Giochi Olimpici di Rio de Janeiro si sono conclusi da poco, Tokyo si sta già preparando per il 2020. È in questo senso che gli organizzatori sono alla ricerca dei materiali per la realizzazione delle medaglie d'oro, d'argento e di bronzo: la loro idea è quella di procurarsi il necessario dagli smartphone e dagli altri dispositivi elettronici scartati. 

Il grandissimo flusso di questo tipo di rifiuti nel Paese, infatti, potrebbe benissimo fornire abbastanza metalli preziosi per coprire la domanda, il problema è come raccogliere tutti questi dispositivi che le persone buttano.

Nel 2014 il Giappone ha recuperato 143 kg di oro, 1.566 kg di argento e 1.112 tonnellate di rame – una componente essenziale per il bronzo. Contando che alle Olimpiadi di Londra del 2012, a quanto riferito, sono serviti solo 9.6 kg di oro, 1.210 kg di argento e 700 kg di rame per mettere al collo di tutti i vincitori le loro medaglie, non dovrebbe essere un problema per il Giappone questo tipo di recupero – che, comunque, è necessario, perché, mentre di solito le città che ospitano i Giochi chiedono alle miniere di donare i materiali, il Giappone non ha possibilità di seguire questa strada.

Nel 2013, era stata varata una legge per il riciclaggio degli elettrodomestici, ma non è stata efficace come i legislatori avrebbero sperato, quindi la sfida che il Giappone deve affrontare è quella di riuscire a creare un sistema di raccolta dell'elettronica di consumo scartata che sia efficiente.

Ci sono già stati degli incontri tra i funzionari responsabili delle Olimpiadi, i membri del governo, una società di telefonia mobile, una compagnia di metalli preziosi e aziende di riciclaggio per trovare un modo per aumentare la consapevolezza delle persone in materia di programmi di riciclaggio, al fine di semplificare il processo di raccolta, in tempo per l'arrivo delle Olimpiadi di Tokyo.