Orlando impegnato nella lotta al commissariamento dei parchi

Il Ministro dell’Ambiente Andrea Orlando si impegna a chiudere anche l’ultimo dei  commissariamenti dei parchi nazionali

WhatsApp Share

 

Il Ministro dell’Ambiente Andrea Orlando si e’ sempre impegnato nel superamento dei commissariamenti dei parchi nazionali, un provvedimento mediante il quale i poteri degli organi direttivi di un ente vengono sospesi autoritativamente e il loro esercizio viene affidato a un commissario. La scelta del commissariamento è stata dettata da motivi economici e dalla crisi, ma al Ministro dell’Ambiente questo non piace e quindi ha orientato il suo lavoro a  superare questa situazione, ed sta per chiudere anche l’ultimo commissariamento pendente. ‘Nel Collegato ambientale alla Legge di Stabilità ci sono norme che possono risolvere in radice il problema attraverso il superamento dell'intesa tra Ministero e Regioni (riservando la responsabilità della scelta al Ministero) riequilibrato con la scelta del direttore da parte del Consiglio Direttivo su proposta del Presidente e della riforma del meccanismo di vigilanza con il trasferimento di una maggiore autonomia agli Enti Parco’ spiega Orlando.

 

‘Parallelamente al lavoro legislativo - prosegue il ministro - ho attivato il percorso di scelta dei Presidenti nei Parchi commissariati: sono stati scelti e nominati i presidenti del Parco delle Foreste Casentinesi, il Parco dei Sibillini, il Parco dell'Aspromonte e il Parco del Circeo. Ora è in fase di superamento l'ultimo commissariamento che è quello del Parco nazionale Abruzzo, Lazio e Molise. Nell'individuazione dei nomi ho cercato di tenere in equilibrio le diverse caratteristiche che si richiedono nella guida delle aree protette: da una parte la conoscenza del territorio e delle problematiche dell'Ente, non viziate da parzialità e da localismo, dall'altra credibilità e fermezza nel rispetto dei principi di conservazione della natura così come definiti nella legge 394 del 1991’.

gc

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy