Un parco per cani e gatti su un terreno confiscato alla mafia

Apre in Sicilia un'oasi per i nostri amici a quattro zampe

WhatsApp Share

È il primo 'parco canile' della sicilia e si trova a Palermo, su un terreno confiscato alla malavita. Potrà ospitare 250 cani e 20 gatti.

L'area che ospiterà gli animali si estende per 26mila metri quadri; il progetto è curato dal'associazione 'Sos primo soccorso per cani e gatti Onlus' che ha da poco iniziato il lavoro di bonifica dell'area.

'È straordinaria la risposta ricevuta da tantissime persone che hanno raccolto il nostro invito a collaborare per la realizzazione di questo sogno comune - dice Patrizia Pavone, vice presidente dell’associazione a Palermotoday.it -. Si sono uniti giovani e meno giovani, professionisti, studenti, volontari di altre associazioni e amici degli animali. Tutti possono dare una mano ogni sabato e domenica, dalle 9 alle 17, c’è ancora tanto da fare per ripulire totalmente il terreno dalle erbacce'.

'Questo è il primo esperimento del genere in Sicilia — spiega Laura Girgenti di Sos Primo Soccorso - e il parco sarà dedicato a tutte le persone, soprattutto quelle che hanno un animale, che vorranno trascorrere delle ore a contatto con la natura. La nostra speranza è di riuscire a favorire una migliore convivenza tra uomo e animale, e promuovere la prevenzione del randagismo e la tutela della dignità dell’animale'.

Tra i programmi in cantiere anche un ambulatorio veterinario, una sala conferenze e degli spazi per la 'toelettatura' degli animali, senza dimenticare servizi di pet therapy e dog sitting.

Sicuramente è un'ottima notizia: come abbiamo già visto, la vita è difficile per cani e gatti in città: pochi servizi e informazioni ai cittadini, controlli scarsi e politiche troppo disomogenee.

a.po