Svezia: stop ai combustibili fossili dal 2050

La Scandinavia si conferma una delle regioni più attente all'ambiente di tutto il pianeta

WhatsApp Share

La Svezia vuole dire addio ai combustibili fossili entro il 2050 e diventare la prima nazione 'green' al 100%. Il governo ha messo sul tavolo 646 milioni di dollari per proseguire il programma di abbandono dei combustibili fossili. Verranno potenziate le energie rinnovabili e i trasporti a basso impatto ambientale.

Già quest'anno la Svezia è stata nominata 'paese più sostenibile della terra' da uno studio della agenzia di investimenti RobecoSAM.

Nel 2014 il paese scandinavo ha ottenuto i 2/3 dell'energia da fonti pulite o a basso impatto e vanta una percentuale di riciclo del 99%. Per raggiungere l'obiettivo del 2050 il governo investirà tra il 2017 e il 2019 57 milioni di dollari nell'energia solare. 

La Svezia ha una chiara politica verde, infatti molti dei fondi per le rinnovabili provengono da un'alta tassazione dei combustibili fossili. Inoltre nel futuro il governo punta a chiudere le centrali nucleari e le miniere di carbone. Insieme agli altri paesi scandinavi, la Svezia si dimostra un esempio di sostenibilità da seguire; ci auguriamo che i paesi coinvolti della conferenza sul clima di Parigi prendano esempio.