Una coda di dinosauro incastrata nell'ambra

Grazie a questo ritrovamento, si è avuta la conferma che di certo esistevano dei dinosauri con le piume

WhatsApp Share

Sul come fossero fatti i dinosauri si è sempre molto discusso nella comunità scientifica: erano davvero dei lucertoloni squamosi come vengono rappresentati nei film o erano, in realtà, più simili a degli uccelli di grandi dimensioni? Una domanda aperta che, adesso, grazie al ritrovamento di una piccola pepita d'ambra nella miniera di Hukawng Valley in Myanmar, inizia ad avere degli scampoli di risposta. Almeno alcune delle specie di dinosauri erano di certo ricoperte di piume, proprio come quelle degli uccelli. La prova è nella pepita di ambra che è stata ritrovata: al suo interno, una coda di un piccolo dinosauro delle dimensioni di un passero, morto 99 milioni di anni fa, aveva conservato le piume. 

La scoperta è stata possibile grazie a Lida Xing della China University of Geosciences che ha trovato il curioso pezzo in un mercato del Myanmar nel 2015. Inizialmente, si pensava che la materia intrappolata al suo interno fosse un certo tipo di pianta e il venditore sperava di trovare un collezionista che fosse interessato all'acquisto. La Xing, però, sospettando si trattasse di qualcosa di diverso ha convinto il Dexu Institute of Paleontology ad acquistarlo per ulteriori studi.

Da lì, è stato inviato per l'analisi presso il Royal Saskatchewan Museum in Canada, dove i ricercatori sono stati in grado di esaminare l'ambra utilizzando un microscopio e un TC scanner, che ha mostrato che quella strana «pianta» era, in realtà, la coda di un dinosauro carnivoro, coperto di piume lanuginose.

Le otto vertebre, la maniera in cui erano collegate tra loro e i materiali trovati hanno fatto pensare che la coda appartenesse a un celurosauro, un cugino più piccolo ma sempre carnivoro del Tyrannosaurus, che ha prosperato a metà del Cretaceo. Questo particolare celurosauro era solo un cucciolo, a giudicare dalle dimensioni della coda – due millimetri scarsi di diametro.

Anche se è difficile giudicare esattamente come erano queste piume quando il dinosauro era vivo, si può di certo affermare che non erano progettate per il volo – troppo flessibili per questo scopo – ; probabilmente erano utili per regolare la temperatura del corpo o inviare segnali nervosi.
Insomma, un campione davvero unico nel suo genere che ha dato agli studiosi risposte e speranze per nuovi ritrovamenti.

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy